blogpost_1

Capelli estate: 5 cose da non fare

Capelli sani, forti e belli anche in estate? Missione possibile, ma con le dovute cautele. Ecco 5 cose da non fare per non rovinare la chioma proprio nei mesi più caldi dell’anno, quando sole, vento, mare e piscina rischiano di metterla a dura prova.

 

1 – Acconciature e raccolti troppo elaborati. Tirare i capelli il più possibile, strizzarli a suon di forcine e fermagli, in estate, potrebbe essere deleterio. Meglio scegliere raccolti morbidi e acconciature più naturali, avvalendosi dell’aiuto di elastici ricoperti di tessuto o foulard, che limitano il rischio di stressare e spezzare i capelli.

2 – I capelli legati quando sono sporchi o durante il sonno. Per chi ha una capigliatura importante, complice il caldo, potrebbe essere una buona soluzione per combattere l’afa, ma attenzione. Quando si dorme e quando i capelli sono sporchi, optare per code e chignon potrebbe togliere loro letteralmente aria e vitalità, perché il bulbo pilifero è meno ossigenato.

3 – Esposizione al sole senza protezione. Come la pelle ha bisogno di un generoso strato di crema dotata di filtro solare per aggiudicarsi una tintarella sana e duratura, anche i capelli meritano qualche attenzione in più. Utilizzando, per esempio, quando si è in spiaggia o in piscina, dei prodotti ad hoc, in grado di proteggere la chioma dai raggi solari e di idratarla a dovere.

4 – I trattamenti poco adatti rischiano di peggiorare la situazione. Tinte troppo aggressive, schiariture drastiche o permanenti invasive non fanno bene ai capelli, soprattutto prima delle vacanze. Via libera, invece, a un bel taglio tattico delle punte rovinate pre partenza.

5 – Lo stress extra di phon, piastre e arricciacapelli non aiuta, anzi. D’estate, approfittando del meteo favorevole, quando è possibile, meglio lasciare asciugare i capelli naturalmente, risparmiando loro altre forzature.

 

Creattiva consiglia:

Bagno mousse Addolcente

Bagno mousse Addolcente

 

blogpost2

Le acconciature da spiaggia 2017

Le acconciature da spiaggia 2017. Sì, perché anche le vacanze al mare impongono un certo contegno. Sì, perché anche la spiaggia impone comodità con stile. Quindi, via libera a raccolti morbidi e comodi, che valorizzino i capelli bagnati anche dopo un tuffo in mare, per aggiungere una nota glamour anche al relax sotto l’ombrellone.

 

Ecco tre proposte tra cui scegliere o da alternare a piacere. E, magari anche – perché no? – da abbinare al costume e al look da spiaggia scelto.

1 – L’intramontabile, comodissimo e super chic chignon. Un classico, con il quale non si sbaglia mai e che ogni donna sa realizzare senza troppa fatica. Basta avere un paio di forcine o un elastico, raccogliere tutta chioma in una coda da avvolgere su se stessa e il gioco è fatto. Questa acconciatura si sposa alla perfezione con ogni tipo di costume, ma preferisce quelli interi o i bikini a vita alta vagamente retrò. Un’unica raccomandazione: niente di austero, solo chignon morbidi, anche qualche ciocca ribelle è ben accetta.

2 – La treccia, dal sapore boho chic. Singola o doppia, portata di lato o alla francese. Insomma, in tutte le salse, pur che si tratti di ciocche intrecciate e chiuse sul fondo con l’aiuto di un laccio o – ancora meglio – di un nastro, ovviamente in tinta con il costume. L’abbinamento perfetto vorrebbe le trecce con morbidi kaftani o costumi all’uncinetto, shorts dalle fantasie etniche e bikini a triangolo. Il vantaggio in più di questa opzione? Quando i capelli sono asciutti e si scioglie la treccia, la chioma può vantare un naturale effetto wavy.

3 – I capelli sciolti, ma non troppo. Ideale con bikini ridottissimi e mini abiti da spiaggia, la chioma in libertà può essere contenuta con foulard e turbanti, capelli in paglia e fasce in seta molto trendy.

 

Creattiva consiglia:

summer chic

summer chic