African american young woman smiling

Capelli ricci: trend inverno 2017

Capelli ricci, croce e delizia di molte. Chi li ha liscissimi come spaghetti li sogna da sempre, chi ci convive da una vita li stira appena può. Insomma, sarà proprio vero il detto “ogni riccio un capriccio”? Forse, ma è sicuramente vero che con l’hairstyle giusto, il taglio ad hoc e qualche consiglio su misura i capelli ricci sono bellissimi e meno difficili da gestire di quanto si creda.

E, secondo i trend di questo inverno 2017, le chiome più sbarazzine si sfoggiano così: con questi tagli e con queste acconciature.

Il capitolo taglio si può affrontare i tre modi diversi, per essere alla moda in questa stagione fredda.

1 – Un taglio corto e originale. Se si vuole porre l’accento sui lineamenti del viso, sfruttando il naturale volume dei capelli, il consiglio è di optare per un taglio corto, scalato e super vaporoso, dove i ricci sono definiti, abbondanti e protagonisti assoluti. Ideale per dare ancora più carattere ai profili più dolci e aggraziati.

2 – Un taglio medio e voluminoso. Chi l’ha detto che il caschetto è solo roba per chiome extra lisce? Con qualche scalatura al punto giusto e le proporzioni studiate al centimetro, il bob è perfetto anche per i capelli ricci. Bellissimo per i visi più spigolosi e dai lineamenti decisi.

3 – Un taglio lungo e morbido. Lunghi o lunghissimi, i ricci sono più delle onde delicate che incorniciano il viso e toccano le spalle. Ottima scelta per le figure più alte e slanciate.

Per quanto riguarda le acconciature più modaiole da fare con i capelli ricci, invece? Anche in questo caso, tre possibilità validissime.

1 – La treccia. Bellissima quella laterale, da realizzare non tirando troppo il resto della capigliatura e da fissare sul fondo con un nastro, magari di velluto come vuole la tendenza del momento.

2 – La coda. Il consiglio è di optare per una coda non troppo alta e molto morbida, per esaltare il naturale volume delle chiome ricce.

3 – Il semi raccolto. Giusto per non mascherare troppo i ricci, anzi. Basta raccogliere solo le due estremità superiori della chioma, in un half bun o in una treccina, e l’acconciatura è pronta.

Creattiva consiglia:

styling-app-curly-oil-mousse

Care of hair

Capelli bimbe: 5 trecce per tutti i gusti

I capelli delle bimbe, un incubo per molte mamme, che non sanno come gestirli e tenerli in ordine. Sì, perché chi non trova adorabili le chiome fluenti delle piccole principesse? In teoria, ma in pratica, come domarle al meglio, per fare uscire di casa ogni mattina davvero piccole principesse e non piccole leonesse con un diavolo per capello?

Con le trecce, ovviamente. Comode, pratiche, belle e alla moda.

Ecco 5 trecce per tutti gusti. 5 modi di intrecciare le chiome delle più piccole con stile ed eleganza.

1 – La treccia laterale. Un semi raccolto perfetto per ogni occasione: la treccia si realizza su un lato della chioma, utilizzandone solo la parte superiore, da intrecciare a dovere includendo anche eventuali ciuffi e ciuffetti.

2 – Due codini per due trecce. Dopo aver diviso i capelli in due parti assolutamente uguali con l’aiuto di una riga centrale, si realizzano due codini e, partendo da quelli, due trecce da fissare sul fondo con un elastico o un nastro colorato.

3 – Un classico, la treccia singola. Si può fare in mille modi diversi, partendo dal ciuffo superiore, prendendo sempre tre ciocche diverse e scendendo progressivamente verso la nuca. Oppure, più semplicemente, si può realizzare la treccia – se i capelli sono molto lunghi – cominciando proprio all’altezza della nuca.

4 – La treccia o lo chignon? Entrambi. Si parte da una banalissima coda a mezza altezza – appena sopra la nuca – da fissare con un elastico. Si intreccia a dovere la coda e, ottenuta la treccia la si arrotola su se stessa, creando un meraviglioso chignon da fissare con mollette e forcine.

5 – Trecce sì, ma coloratissime. Come? Chiaramente senza tinte o magie, semplicemente inserendo un bel nastro colorato all’interno delle ciocche delle due trecce – da realizzare dividendo prima la chioma in due parti uguali e facendo una riga in mezzo. Per farlo basta utilizzare un comune nastro di tessuto, raso o cotone, anche di quelli recuperati dai vecchi pacchi regalo, per esempio.

 

Creattiva consiglia:

Shampoo Mousse Addolcente UNISEX

Shampoo Mousse Addolcente UNISEX

 

504365645

Hairstyle a prova di selfie

Hairstyle a prova di selfie, missione impossibile? Non proprio. Anzi. Sì, perché per realizzare l’autoscatto perfetto, per assicurarsi la foto acchiappa like giusta oltre alla posizione di viso e corpo, abbigliamento e make up, sono importantissimi anche i capelli.

Un sorriso smagliante abbinato a una chioma da incubo e il risultato disastroso del selfie è garantito. Quindi, meglio curare con attenzione l’hairstyle prima di impugnare lo smartphone, ma soprattutto di scattare.

Ecco cinque consigli utili per avere una capigliatura davvero alleata della buona riuscita della fotografia più realizzata degli ultimi anni, del selfie da social e non solo.

1 – Non esagerare con lacca e gel. L’eccesso potrebbe dare ai capelli un aspetto poco sano e luminoso. Sì all’effetto bagnato, ma solo in estate e al mare, per evitare di scadere in un effetto più antiestetico e anti igienico.

2 – Movimento e luce alla chioma. Per un risultato davvero naturale del selfie, via libera alle onde, a pieno discapito di capigliature piatte e liscissime. Per ottenere un risultato davvero luminoso, l’alleato perfetto è Oil Secrets Shine, la crema illuminante e lucidante che dona ai capelli davvero una luce nuova, che si fa notare anche nelle fotografie.

3 – La posizione giusta conta. Anche quella dei capelli, ovviamente. Quindi, via libera alla testa leggermente inclinata su un lato, con le lunghezze spostate in avanti. E se la chioma è raccolta? Nessun problema, basta evitare chignon troppo strizzati e acconciature troppo impostate, meglio soluzioni più morbide con qualche ciocca ribelle.

4 – Il volume è tutto. Sempre perché la chioma piatta non risalta troppo nel selfie, meglio scuoterla un po’ – andando a testa in giù e muovendola con le dita – pochi secondi prima di scattare.

5 – Le chiome maxi piacciono. Eccome se piacciono. Le lunghezze extra sono cattura like infallibili. Quindi, le fan dei tagli più estremi dovranno arrendersi: o si concedono chiome più generose o rinunciano al selfie che fa impazzire i followers.

 

Creattiva consiglia:

shine-alchimia-illuminante

Linea Oil secrets- illuminante

Senza titolo

Capelli perfetti in tre mosse

Capelli perfetti in tre mosse. Sì, bastano tre semplici gesti, da ripetere come una buona abitudine quotidiana o quasi, per avere una chioma sempre meravigliosa. Nessuna pozione magica o rituale miracoloso, solo i gesti giusti al momento giusto. Provare per credere!

1 – Un massaggio al giorno toglie lo stress di torno e non solo. Infatti, il massaggio in questione è fai da te e il destinatario è il cuoio capelluto. Basta esercitare una leggera pressione sulla testa, effettuando piccoli movimenti circolari con i polpastrelli, per ossigenare il cuoio capelluto al meglio, fortificando la chioma e rendendo i capelli più vitali e corposi. Un gesto che può sembrare banale, ma che ripetuto quotidianamente ravviva la capigliatura, eliminando anche cellule morte e impurità.

2 – Spazzolare ogni sera i capelli. Sia per districarli, sia per coccolarli un po’. Il consiglio è di passare tutte le lunghezze con attenzione più volte, preferendo al pettine una spazzola con setole naturali, che garantisce anche un’azione purificante dal sebo in eccesso. Un piccolo trucco: se i capelli sono lunghi, per evitare che si annodino durante la notte, sfregando contro cuscini e coperte, si possono legare con un nastro sulla nuca.

3 – Meglio darci un taglio, ogni tanto. Che le forbici del professionista hair stylist fossero un vero toccasana per la chioma non è una novità assoluta e nemmeno così dirompente. Anzi. Il suggerimento, però, è di non rimandare troppo, ma di concedersi una leggera sforbiciata alle punte – anche solo pochi millimetri possono bastare, non è necessario intaccare le lunghezze – ogni tre mesi circa. Attenzione soprattutto in inverno: in questa stagione, complici cappotti, maglioni e sciarpe, i capelli sono più esposti al rischio doppie punte.

 

Creattiva consiglia:

ArganMask Oro del Deserto

ArganMask Oro del Deserto

Senza titolo

Capelli dei bambini: come curarli?

Capelli dei bambini, come curarli? La risposta più azzeccata sarebbe: con tanto amore, qualche coccola e piccole attenzioni quotidiane da modulare e calibrare in base all’età del piccolo di casa. Sì, perché si sa, i bimbi, soprattutto quando sono ancora neonati, hanno bisogno di cure particolari e di qualche accortezza extra.

Ecco alcuni consigli utili per prendersi cura al meglio delle chiome dei piccoletti.

- La scelta dello shampoo è fondamentale. Sempre, anche quando le capigliature da coccolare sono quelle degli adulti. Ma i bambini meritano ulteriori premure. Infatti, il loro cuoio capelluto è più sensibile e delicato, per questo è meglio optare per detergenti specifici, ipoallergenici e a base di ingredienti naturali.

- A proposito di ingredienti: è importantissimo controllare attentamente l’etichetta di shampoo e sapone detergente utilizzati per l’igiene dei bimbi, perché solfati e silicone, per esempio, andrebbero evitati.

- Fino ai due anni di età, sono preferibili solo i prodotti con ph neutro, che non rischiano di aggredire la cute delicata dei piccoli a ogni bagnetto, anzi. Compiuti i due anni, invece, si può optare per prodotti dall’azione detergente più spiccata, adatti alla pulizia del cuoio capelluto che diventa più grasso.

- Scelto lo shampoo, non resta che capire con che frequenza lavare i capelli? Soprattutto se si abita in città, dove lo smog non manca, meglio optare per un lavaggio leggero a ogni bagnetto, ogni sera prima della nanna, per eliminare ogni residuo di polvere e inquinamento. In alternativa, è sufficiente anche uno shampoo ogni due giorni.

- Dopo aver lavato per bene la chioma, per la “messa in piega” non resta che un colpo di spazzola, preferibilmente con le setole morbide nei primi mesi di vita, e una passata rapida di phon. Due consigli: durante i mesi più caldi, in estate soprattutto, meglio evitare l’asciugacapelli, in inverno, invece, via libera al phon, ma moderando il calore e la potenza del getto d’aria.

 

Creattiva consiglia:

Shampoo Mousse Addolcente UNISEX

Shampoo Mousse Addolcente UNISEX

Senza titolo

Mini treccia per mini chiome

Mini treccia per mini chiome? Sì, ma in grande stile. Se la spuntata ai capelli è stata più decisa del previsto e il carré medio corto rischia di limitare la voglia di acconciature diverse dal solito, la mini treccia è l’alleata perfetta. Chi l’ha detto che le trecce – tra i must delle ultime stagioni che non accennano a cedere il passo ad altre tendenze – siano riservate solo a chiome extra lunghe?

Anche chi non ha maxi capigliature da gestire può divertirsi intrecciando piccole e piccolissime ciocche di capelli. Basta scegliere il modo giusto, l’acconciatura più adatta al proprio viso, all’occasione, al look e il gioco è fatto.

Per chi ha un carré appena sotto l’orecchio, per esempio, un viso spigoloso e una serata importante – da abito luccicante e tacchi alti – la mini treccia perfetta potrebbe essere quella laterale, che valorizza il viso lasciandone scoperto un lato. Per realizzarla, basta fare una riga laterale, dividere i capelli – del lato opposto al ciuffo più folto – in tre piccole ciocche e intrecciarle a dovere, tenendole piatte e aderenti alla testa, fissare sul fondo con elastico trasparente e forcine e l’acconciatura è pronta da sfoggiare.

Se, invece, la voglia di originalità è per un look casual da giorno, da tempo libero, la riga intrecciata potrebbe dare il giusto tocco di stile alla mise a base di jeans mom fit, sneakers e t-shirt. Per ottenerla, bastano pochi semplici mosse: isolare una piccola parte anteriore della chioma con l’aiuto di un pettine sottile, per poi dividerla in tre parti uguali, da intrecciare e poi fissare con un elastico trasparente.

 

Creattiva consiglia:

finish-app-lacca-gas-strong

hairstyle-eta

A ogni età il suo hairstyle

Per ogni fase della vita, ci sono cure e consigli ad hoc per avere capelli splendenti. Piccoli e grandi trucchi per una avere una chioma in grado di valorizzare ogni donna a modo suo. Eccone alcuni.

Sì, perché, meglio premetterlo senza indugi: l’età, purtroppo, si fa sentire anche sulla capigliatura. Con il passare del tempo e degli anni, i capelli diventano più fragili, la fibra capillare tende a indebolirsi e a produrre meno cheratina.

Il primo consiglio, quindi, il più ovvio, è di non trascurare la chioma. Anzi, di coprirla di attenzioni e coccole su misura.

Per contrastare la fragilità dei capelli, via libera a maschere idratanti, prodotti detergenti consigliati dai professionisti e non scelti casualmente nello scaffale del supermercato, ma anche a trattamenti nutrienti più specifici da concedersi due o tre volte l’anno, affidandosi alle mani esperte del parrucchiere di fiducia.

Salutando definitivamente i vent’anni, approcciandosi agli “enta” e poi agli “anta”, in molti casi la tinta più che una scelta cromatica fine a se stessa è un’imposizione. Cioè, quando i capelli bianchi cominciano a farsi largo, meglio correre ai ripari, per evitare che la chioma aggiunga anni extra non richiesti. Quindi, via libera a colorazioni copri capelli bianchi, che non stravolgano troppo la propria palette naturale e che puntino tutto su giochi di sfumature tono su tono, per dare luce al volto e mettere in risalto l’incarnato.

A proposito di hairstyle, con l’avanzare dell’età, meglio darci un taglio. Niente di drastico ed estremo, ovviamente. Ma un taglio medio lungo, che sfiori le spalle, dinamico e scalato, è l’ideale. Infatti, se i vent’anni sono quelli delle sperimentazioni, delle sforbiciate azzardate e delle prove temerarie di acconciature improbabili, i trenta sono quelli della consapevolezza, della ricerca di uno stile più personale, che si consolida poi con le scelte ancora più determinate di look precisi tra i quaranta e i cinquant’anni.

Place your hair advertisement here

Nude hair, la nuova tendenza colore

La nuova tendenza colore si chiama nude hair. Niente di equivoco, solo un nuovo approccio alla colorazione della chioma, che ne rispetta le sfumature naturali, esaltandole al meglio, e valorizza l’incarnato. Chi non ha mai desiderato di colorare i capelli evitando risultati artificiosi e “finti”?

Biondi o castani, rossi o ramati, poco importa, con la colorazione nude hair ogni chioma avrà nuova luce e brillantezza. Il tutto senza trattamenti invasivi o aggressioni che rendano i capelli più deboli e porosi. Sì, perché questo innovativo approccio non ossida il capello, anzi.

Una colorazione soft in piena regola, che sfuma la base in modo delicato, grazie a un velo di pigmenti in grado di rivitalizzare anche i riflessi più spenti. Una colorazione nude all’ultima moda, facile da gestire e dall’effetto assolutamente naturale.

Facile da gestire perché non necessità di cure e ritocchi continui: basta tornare in salone dal proprio professionista di fiducia ogni sei settimane per un risultato sempre perfetto.

Dall’effetto assolutamente naturale, perché non forza la naturale propensione cromatica di chioma e carnagione, ma, al contrario, si abbina perfettamente alla propria palette naturale di colori. Mette in risalto il colore degli occhi e della pelle.

Grazie a un sapiente mix – affidato alle mani dell’hair stylist – di toni caldi e freddi, esalta il colore originale dei capelli, donandogli una dose extra di luce, ed evitando il deleterio effetto piatto e troppo uniforme delle tinte classiche.

 

Creattiva consiglia:

bagno-luminosita-kroma-care-erilia-therapy

Bagno luminosità

Combing  hair

Capelli fini: 5 trucchi per aumentare il volume

Capelli fini e chioma che rischia di sembrare povera e senza volume? Niente paura, ecco 5 trucchi utili per aumentare il volume della capigliatura, per ingannare la natura e sfoggiare capelli da urlo.

1 – Extension per rinfoltire la chioma e darle più corpo. Sì, basta aggiungere qualche ciocca tattica, posizionata ad arte e in perfetta linea con colore e taglio dei propri capelli, per guadagnarci parecchio in termini di volume. Allo stesso modo, via libera alla frangia finta, da applicare ad hoc: in questo modo si crea l’illusione di una massa di capelli più importante senza rinunciare a centimetri di chioma preziosi per tagliare il ciuffo.

2 – La ciambella in gommapiuma, per raccolti super chic. Chi ha i capelli fini tende a rinunciare a chignon e acconciature simili, per evitare l’effetto troppo mignon. Ma grazie alle ciambelle in gommapiuma – disponibili in diversi formati e dimensioni – non è più necessario, perché aggiungono massa, o almeno l’illusione, anche dove non c’è.

3 – Il taglio giusto aiuta. Ogni chioma ha bisogno di scelte oculate e personalizzate. Quando i capelli sono fini, meglio optare per tagli non troppo scalati, che rischiano di svuotare ulteriormente la capigliatura, e troppo lunghi, che, complice la gravità, tendono a dare un effetto troppo piatto. L’ideale sono i carré pieni e pari, dalla lunghezza media, che non supera le spalle.

4 – Più volume a colpi di phon. Per volumizzare la chioma con un po’ di furbo fai da te, meglio asciugarla con il phon nel modo giusto. Come? Puntando l’aria calda sulle radici e rialzandole con le dita, per una sorta di leggera cotonatura express, che regala corpo e massa ai capelli. Infine, via libera all’ultima passata di asciugacapelli a testa in giù e il gioco è fatto.

5 – I prodotti specifici sono ottimi alleati. Come sempre, la cura dei capelli passa anche dalla scelta di alleati in grado di mascherarne i difetti e valorizzarne i pregi. In questo caso, il consiglio è di puntare su prodotti volumizzanti, che non appesantiscano i capelli, ma al contrario conferiscano loro corpo, densità e spessore.

 

638748128

Back to school: l’acconciatura giusta

Back to school, tempo di tornare tra i banchi dopo essersi goduti le tanto meritate vacanze estive. E, per farlo con stile, meglio scegliere l’acconciatura giusta. Sì, ma quale?

Con sommo gaudio dei genitori che hanno passato gli ultimi tre mesi a inventarsi nuovi modi per incastrare impegni famigliari e lavorativi in una sorta di tetris 2.0, i piccoli di casa – dai bambini delle scuole elementari fino ai più grandicelli di quelle superiori – si rimettono sulle spalle gli zainetti per rientrare nelle aule.

Ecco 5 acconciature trendy e comode, pratiche e facili da realizzare per fare un rientro a scuola con la giusta dose di glamour. Perché se è vero che i capelli vanno acconciati per ridurre al minimo fastidi e ciocche negli occhi, è altrettanto vero che lo stile non deve per forza perderci, può anche guadagnarci, no?

1 – La doppia treccia. Riga in mezzo e doppia treccia alla francese, per mettere in risalto il viso e valorizzare le capigliature maxi.

2 – La treccia piatta laterale. Ideale con i caschetti, per rendere il ciuffo più ordinato e originale. Si realizza facendo la riga laterale e intrecciando le tre ciocche anteriori della chioma.

3 – La coda di cavallo per un look sobrio e classico. Perfetta soprattutto in coppia con la frangia, meglio se realizzata con un elastico coperto da una ciocca di capelli arrolata intorno e fissata con una forcina.

4 – Due mini chignon per una pettinatura divertente. Basta realizzare due code alte, dopo aver diviso la chioma in due parti con la riga centrale, arrotolarle su se stesse, fissare il tutto con le forcine, e il gioco è fatto.

5 – Un half bun per i capelli lunghi e medi. Onde naturali e capelli che toccano le spalle si sposano alla perfezione con il mezzo codino o chignon, da realizzare con le ciocche che dalla fronte arrivano alle orecchie. Si può impreziosire con un elastico gioiello o delle mollette colorate.

 

Creattiva consiglia:

Finish App - Lacca Super Eco Strong Touch

Finish App – Lacca Super Eco Strong Touch